System Error

Si è sempre giustamente spaventati dal dolore, eppure non si fa nulla per evitarlo. Ci si imbarca in occorrenze che lasciano prospettare sofferenze dall’inevitabilità dei temporali estivi, presumendo che basti un ombrello per proteggersi, quando poi ci si ritrova bagnati e febbricitanti a chiedersi, increduli, cosa sia successo.
I postumi sono duri a sparire, lasciano un ricordo pericoloso, piaghe in suppurazione che prendono consistenza callosa col trascorrere del tempo. La metodica dell’imparare dai propri errori non aiuta.
Gli errori si ripetono con insistenza. Per quanto si possano concepire archetipi e tipologie di comportamento, resterà sempre l’illusione di trovarsi di fronte a qualcosa di diverso anche solo per un piccolissimo particolare, che sarà comunque poca cosa rispetto al quadro generale. Nonostante ciò, quel piccolissimo particolare non servirà a lasciar intendere la pericolosità dell’avvenimento, che riuscirà a farsi beffa dell’esperienza e ad avere partita vinta.
A conti fatti, l’esperienza sembra avere la consistenza di una solfatara: un po’ stagnante, disdicevole e fastidiosa.
Un fetore biologico dal quale si stenta a liberarsi.

System Error